Le manifestazioni “compagne di viaggio” del Festival dello Sviluppo Sostenibile

Unire le forze e proporre un cambiamento radicale del sistema culturale. Anche quest’anno il Festival è gemellato con altre iniziative della società civile per incentivare insieme la spinta verso modelli più sostenibili. 


Salone della Csr e dell'innovazione sociale, Festival delle Peschiere, Climbing for climate, Dialoghi di Pandora, Libero cinema in libera terra, Festival nazionale dell'economia civile e Fai la differenza c'é ... il festival della sostenibilità. Sono queste le manifestazioni italiane “gemellate” con il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2022, giunto alla sua sesta edizione.

Giunto alla sua decima edizione, il Salone della Csr e dell’innovazione sociale contribuisce alla diffusione della cultura della sostenibilità, offrendo occasioni di aggiornamento sui temi connessi all’Agenda Onu 2030 e facilitando il networking tra i diversi attori sociali. L’edizione di quest’anno, dal titolo “Connessioni sostenibili” si è svolta a Milano, dal 3 al 5 ottobre, presso l’Università Bocconi. Una tre giorni in cui sono stati organizzati oltre 100 incontri con 400 relatori, con un programma culturale articolato per approfondire le tre dimensioni della sostenibilità: sociale, ambientale ed economica. A questa edizione hanno partecipato 270 organizzazioni “protagoniste”, il numero più alto nella storia del Salone della Csr. Per l’occasione, lunedì 3 ottobre, in apertura dei lavori, è stata presentata l’indagine Ipsos su come è cambiato l’approccio alla sostenibilità e quali sono le previsioni future della Csr. L’indagine ha coinvolto un campione rappresentativo della popolazione italiana over16 e delle organizzazioni partecipanti al Salone della Csr nelle edizioni 2013-2021. Sempre lunedì 3 ottobre, sono stati svelati anche i sei vincitori del Premio Impatto, un riconoscimento pensato dal Gruppo Promotore e dal Comitato Scientifico del Salone per portare l’attenzione sull’importanza di valutare l’impatto generato da progetti che intendono contribuire al percorso verso lo sviluppo sostenibile.


Fonte: Salone Csr



Il Festival delle Peschiere, organizzato da Legacoop Sardegna e Festival Dromos, in collaborazione con Cru Sardegna Unipol e Regione Sardegna, si è svolto dal 28 settembre al 1 ottobre, nelle Peschiere storiche di Oristano. Sono stati quattro giorni ricca di eventi sui temi dell'Agenda 2030, tra dibattiti, tavole rotonde, momenti enogastronomici di valorizzazione dei prodotti locali, spettacoli e libri sui temi della sostenibilità. Tra gli eventi, il 29 settembre si è tenuta una tavola rotonda su “Agenda 2030, la soluzione sostenibile”, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il presidente ASviS Pierluigi Stefanini e il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini.

Fonte: Festival delle Peschiere

L’evento Climbing for climate, giunto alla sua quarta edizione, si è svolto dal 22 luglio al 2 ottobre. La manifestazione, organizzata dalla Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus) e dal Club alpino italiano (Cai), ha coinvolto gli atenei italiani aderenti alla Rus in un’azione simbolica e coordinata di sensibilizzazione sulle problematiche del cambiamento climatico per lanciare un appello per il potenziamento del contrasto alla crisi climatica. Ogni ateneo ha organizzato escursioni e trekking di proprie delegazioni nei rispettivi territori, prediligendo aree protette e luoghi in cui gli effetti del cambiamento climatico sono tangibili, ponendo particolare attenzione ai temi della crisi ecologica e della perdita di biodiversità. Quest’anno sono 43 gli Atenei che da Nord a Sud hanno aderito all’iniziativa, organizzando tra luglio e l’inizio di ottobre 25 iniziative in 16 Regioni italiane, coinvolgendo oltre 1300 persone, tra studenti e studentesse, docenti, ricercatori e ricercatrici, personale degli Atenei, rappresentanti del Cai e giornalisti che hanno partecipato alle escursioni diffuse su tutto il territorio nazionale.

Fonte: Rete Rus – Climbing for climate

Ma gli appuntamenti non finiscono qui. Torna infatti a Bologna, dal 5 al 16 ottobre 2022, il Festival Dialoghi di Pandora Rivista, 12 giorni con più di 30 tra incontri, dibattiti e lezioni con grandi protagonisti del nostro tempo. Il tema di quest’anno è la crisi della democrazia, fra minacce, contraddizioni e strade per una rigenerazione. Come si può agire per rafforzare le democrazie e superare la loro crisi? Quali spiragli concreti per rinnovare le istituzioni, l’economia e il welfare e ripensare le nostre società? La manifestazione prevede la partecipazione di personaggi di spicco, tra cui Luca Mercalli, Romano Prodi, Pierluigi Stefanini e Ferruccio De Bortoli.

Libero cinema in libera terra è invece il festival di cinema itinerante che dal 2006 viaggia per le strade della penisola portando il suo messaggio contro le mafie nelle piazze, nei parchi, nelle periferie, nelle terre confiscate ai boss, per promuovere l’allargamento degli spazi democratici. L’evento, organizzato da Cinemovel e Libera, si svolge dal 14 luglio al 16 ottobre e, nell’anno del trentesimo anniversario delle stragi di mafia, dedica il suo viaggio alle nuove generazioni, costruendo momenti di ascolto e riflessione per ridare spazio ai bisogni di ragazze e ragazzi, alle loro emergenze, al futuro.

Anche a settembre alcune manifestazioni sono state dedicate ai temi della sostenibilità. Tra queste, ad esempio, la quarta edizione del Festival nazionale dell’economia civile, organizzata da NeXt - Nuova economia per tutti, dal 16 al 18 settembre. L’evento, rivolto a imprenditori, cittadine, cittadini e organizzazioni nasce per riflettere sul futuro, rimettendo al centro la persona e l’ambiente. Il tema dell’edizione di quest’anno è stato “In buona compagnia”. Tra gli eventi svolti da segnalare, il Premio nazionale imprese di economia civile 2022, dove sono state rappresentate cinque buone pratiche d’impresa selezionate in tutta Italia come Ambasciatrici dell’economia civile. All’evento hanno partecipato Gian Luca Galletti, ex ministro dell’Ambiente, Marcella Mallen, presidente ASviS e Fondazione Prioritalia, e Anna Fasano, presidente di Banca Etica. Inoltre, l’ASviS, in collaborazione con NeXt e Festival dell’economia civile, ha tenuto il 17 settembre un concerto dal titolo “Civil heroes”, dedicato all’economia civile e all’Agenda 2030, che ha visto protagonisti Piero Pelù, Luca Barbarossa, Mr Rain, Gaia e Caffelatte. 

Dal 2 luglio - 18 settembre, infine, si è svolto Fai la differenza c'è.. il Festival della sostenibilità, un grande unico contenitore di tanti progetti consolidati, recenti o ancora inediti, nati con l’obiettivo di diffondere, in un pubblico eterogeneo i concetti di sviluppo sostenibile in equilibrio tra qualità dell’ambiente, sviluppo economico ed equità sociale. La manifestazione ha visto la realizzazione di attività educational e green, attraverso il gioco, lo spettacolo, l’arte, la narrazione, la musica, l’informazione e la didattica laboratoriale e formativa.

 

di Tommaso Tautonico

Mercoledì 05 Ottobre 2022