Gli eventi del Festival oltre i confini nazionali

La manifestazione sulla sostenibilità, grazie alla collaborazione con il Maeci, è arricchita da numerosi appuntamenti all'estero organizzati da sedi diplomatiche e istituti di cultura italiani. Qui una rassegna degli incontri.

Per il terzo anno consecutivo l’ASviS, grazie alla collaborazione con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale (Maeci), ha avviato un percorso di diffusione del Festival dello Sviluppo Sostenibile anche in altri Paesi attraverso il coinvolgimento delle sedi diplomatiche e gli istituti di cultura italiani all’estero e le agenzie Onu, organizzazioni internazionali e ambasciate estere in Italia. L’obiettivo è diffondere all’estero i messaggi della manifestazione e valorizzare il Festival come buona pratica a livello internazionale.

Ripercorriamo alcuni degli incontri in programma, ma nella pagina dedicata al Festival nel mondo è possibile scorrere tutti gli eventi svolti e previsti, per diffondere la cultura della sostenibilità anche nel resto del mondo e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Gli eventi svolti

A fine settembre l’Ambasciata d’Italia a Tirana ha ospitato un evento volto a promuovere l'azione per il clima e lo sviluppo sostenibile: “Youth4Climate: powering action. Un progetto di giovani per i giovani con al centro l'attenzione per il Pianeta; l’Ambasciata d’Italia a Lisbona ha promosso invece un webinar volto a presentare soluzioni per migliorare i sistemi di gestione e conservazione delle risorse idriche, favorendo la cooperazione tra le aziende portoghesi e italiane del settore: “Siccità: cambiamenti climatici e gestione delle risorse Idriche. Sfide e opportunità.

Tra il 23 settembre e il 7 ottobre, l’Italia ha partecipato alla prima rassegna cinematografica in Vietnam dedicata alla tutela dell’ambiente, “Festival di cinema ambientale “It’s time to act – A nature film festival in Vietnam”.

Il Consolato generale d’Italia ha sostenuto la partecipazione italiana a “ReThink”, il Forum dedicato alla sostenibilità e alle green technologies, tenutosi a Hong Kong il 5 e 6 ottobre 2022. La “Italian chamber of commerce in Hong Kong e Macao” ha organizzato un workshop sulla promozione delle tecnologie verdi italiane dal titolo “How companies can leverage Esg to establish credibility in the new normal e curato uno spazio espositivo all’interno del padiglione europeo dedicato alle soluzioni green italiane.

Presso l’ambasciata italiana in Egitto, tra il 9 e il 10 ottobre, un workshop ha ospitato esperti internazionali per discutere gli aspetti e le conseguenze dei cambiamenti climatici in tutta l’area del Mediterraneo: “Science diplomacy workshop: “Climate change in the broader Mediterranean area”.

Nell’ambito della sesta edizione dell’“Italian design day”, tra il 27 settembre e il 10 ottobre, l'Ambasciata d'Italia ad Ankara, in collaborazione con la Middle East Technical University (Metu), ha organizzato “Sustain-It”, una mostra-evento per lanciare i progetti realizzati da oltre 50 studenti dei Dipartimenti di Architettura, urbanistica e design industriale della Metu Coordinato dalla professoressa Bahar Gedikli (Metu), ambasciatore del design italiano ad Ankara.  

L'Ambasciata italiana a Pechino ha organizzato il “Sino-Italian Unesco Geoparks Forum” dedicato ai Geoparchi mondiali dell'Unesco, finalizzato alla condivisone delle esperienze di Italia e Cina nella conservazione e sviluppo sostenibile dei ricchi patrimoni geologici, nonché alla creazione di collaborazioni per l’individuazione di strategie di rilancio post pandemiche.

Il 12 ottobre l'incontro "La conservazione delle culture ancestrali come strumento di sostenibilità e coesione sociale", nato per promuovere spazi di dialogo multidisciplinare sulla cultura della sostenibilità attraverso i beni culturali e la conservazione dei saperi ancestrali, ha affrontato gli aspetti culturali, economici e sociali dello sviluppo sostenibile che contribuiscono a rafforzare le comunità attraverso la salvaguardia del loro patrimonio immateriale.

                                                            

 

Le prossime date

L’evento del 13 ottobre,  “Employ-ability: opportunities and good practices in Sudan”, presso l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo - sede di Khartoum, affronta il tema dell'inclusione lavorativa delle persone con disabilità in Sudan. L'obiettivo dell'evento è quello di dimostrare come la disabilità possa essere un valore aggiunto nel mondo del lavoro.

L’istituto italiano di cultura di New York e l’Associazione internazionale ricercatori italiani (Airi) propongono il 14 ottobre l’evento “Il ruolo della ricerca nello sviluppo sostenibile”: un esempio diretto di come la ricerca interdisciplinare, collaborativa e inclusiva in questi campi permetta di raggiungere alcuni degli Obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Il 17 ottobre l'Ambasciata d'Italia a Belgrado promuove un seminario dedicato alle prospettive della mobilità sostenibile, con la presentazione di un progetto di auto solare, organizzato in collaborazione con l'Università di Bologna, l'Università delle Arti di Belgrado e il Museo della scienza e tecnologia della città di Belgrado, dal titolo “Emilia 4: the solar car. Italian – Serbian cooperation towards sustainable mobility”.

L’arte affronta la questione dell’inquinamento da detersivi negli oceani con un’installazione dell’artista Maria Cristina Finucci, “What about the 8%?”, pensata appositamente per il patio dell’Istituto italiano di cultura di Los Angeles in mostra fino al 18 ottobre 2022. Con l’istallazione Finucci vuole dare al visitatore l’impressione di trovarsi in mezzo al mare, immersi nell’acqua. Proprio lì dove il detersivo disciolto (un’irriducibile quota minima dell’8%) risulta visibile grazie a un reagente che lo colora. Al calare della luce diurna, però, appare una richiesta di aiuto da parte degli oceani: il grido “Help", ormai cifra stilistica dell’artista.

Il 20 ottobre il giornalista e scrittore Fabio Deotto presenta a Isola d’Istra (Slovenia) il volumeL’altro mondo. La vita in un pianeta che cambia”.

Il 24 ottobre, presso l’Ambasciata d'Italia a Panama, la conferenza di inaugurazione della mostra "Una vita da scienziata", prodotta dalla Fondazione Bracco, che si propone di sensibilizzare le varie componenti della società panamense sull’importanza del Goal 5 (Parità di genere) dell’Agenda 2030.

Il giorno dopo, l’Ambasciata d'Italia a Baghdad organizza un panel per promuovere una riflessione sulle conseguenze del cambiamento climatico in Iraq: “Climate Change in Iraq - Threats and Opportunities”.

Per non perdere tutti gli appuntamenti consulta il calendario eventi Festival Mondo

Mercoledì 12 Ottobre 2022